FRANCO BELLOTTI Isteria e riconoscimento

A Parigi nel 1973 si svolse il 28° Congresso della Interntional Psychoanalytical Association, divenuto famoso per il Panel “Hysteria today”, nel quale la comunità psicoanalitica fece il punto sui cambiamenti e sulla presunta sparizione dell’isteria1.Solo un anno dopo, Masud Khan scrisse un saggio intitolato Isteria e risentimento, per confermare che l’isteria non solo non era…

ANTONIE FRATINI Un disagio psicosociale

Isterico, fobico, paranoico … sembra che oggi la moda degli insulti parli il linguaggio della psicopatologia. Questi termini sono spesso impiegati senza troppe licenze poetiche da persone, giornalisti e autori che ne ignorano il preciso significato o se lo dimenticano facilmente per colpire avversari politici o più semplicemente per offendere persone a loro antipatiche. Questo…

FABIOLA FORTUNA Forme di isteria: da ieri a oggi

«La natura stessa della struttura sintomatica dell’isteria è camaleontica nell’aspetto, ubiqua, cangiante nelle sue manifestazioni» (Bleichmar, 1994)   Prologo Se vi capita di sfogliare il DSM-V vi accorgerete che il termine di isteria, cosi familiare a coloro che si occupano della psiche, è scomparso. Se il buon vecchio Freud, dunque, tornando fra noi volesse fare…

FRANCESCA ANDRONICO L’immaginario femminile: una prospettiva transculturale

Introduzione L’imago femminile, come ben rappresenta Jung (1977) nel suo testo Gli archetipi e l’inconscio collettivo, viene tradizionalmente associata alla Dea Madre, dunque alla terra idea di fecondità ed alla Luna che regola le maree ed il ciclo mestruale. Questa è una rappresentazione archetipica condivisa nella mitologia di molte culture, tuttavia, le varianti culturali sono…

ROSA MARIA DRAGONE Gli studi di Janet sull’isteria

Questo lavoro, che è un tentativo di sintesi teorica degli studi di Janet sull’isteria, ha lo scopo di sottolineare il grande valore di questo autore e di stimolare l’approfondimento della sua opera.   Il contesto teorico. Prima di parlare dell’opera di Janet, è necessario, però, fare una precisazione sul concetto di nevrosi dal momento che…

VINCENZO CASCINO I nuovi linguaggi della personalità digilitica. Il selfnet isterico nei social network

Introduzione Il virtuale, in una prospettiva psicologica, investe tanto l’area dell’identità, qui denominata “digilitica”1, quanto quella del corpo e della relazione. Queste aree non separabili in modo netto subiscono nella rete un processo di dilatazione, che è anche dilatazione dei confini spazio-temporali a cui la mente è sottoposta nel cyberspazio. Il corpo scompare ma l’identità…

BERARDO GUGLIELMI La ruota del criceto. Tempo, scissione e alienazione nella società tardo capitalistica

Perché il contagio è un sintomo. L’infezione è nell’ecologia. Paolo Giordano*   «Che paese lento!» disse la Regina. «Qui, invece, devi correre più che puoi, per restare nello stesso posto». Lewis Carrol** 1 Tempo e scissione La primavera della pandemia ha gettato sul mondo una luce diversa, fermando il tempo e consentendo di guardare in…

CARLO VOLPONI “Stroncature” di Daniele Poto

Stroncature ed. L’Erudita, Roma C’è una casta nella cultura italiana? Tra i cosiddetti intellettuali liberi, gli opinionisti televisivi, i critici per tutte le stagioni? Secondo Daniele Poto sì. Questo libro è uno spietato manuale di sopravvivenza per difendersi dalla mediocrità culturale, quella di alcuni romanzi che invadono le librerie e quella delle recensioni a commissione…