2020 FORME DELL’ISTERIA. Presentazione di Fabiola Fortuna

Presentazione In un periodo segnato da una terrifica irruzione del Reale, rappresentata da un invisibile organismo che può attaccare prepotentemente il nostro, di organismo e in cui ci sentiamo trascinati verso la ricerca di prove di realtà, seppur ontologicamente impossibili, la nostra rivista affronta il tema dell’isteria. Non è esagerato affermare che l’isteria è l’origine…

VINCENZO CASCINO I nuovi linguaggi della personalità digilitica. Il selfnet isterico nei social network

Introduzione Il virtuale, in una prospettiva psicologica, investe tanto l’area dell’identità, qui denominata “digilitica”1, quanto quella del corpo e della relazione. Queste aree non separabili in modo netto subiscono nella rete un processo di dilatazione, che è anche dilatazione dei confini spazio-temporali a cui la mente è sottoposta nel cyberspazio. Il corpo scompare ma l’identità…

CARLO VOLPONI “Stroncature” di Daniele Poto

Stroncature ed. L’Erudita, Roma C’è una casta nella cultura italiana? Tra i cosiddetti intellettuali liberi, gli opinionisti televisivi, i critici per tutte le stagioni? Secondo Daniele Poto sì. Questo libro è uno spietato manuale di sopravvivenza per difendersi dalla mediocrità culturale, quella di alcuni romanzi che invadono le librerie e quella delle recensioni a commissione…

FRANCO BELLOTTI Isteria e riconoscimento

A Parigi nel 1973 si svolse il 28° Congresso della Interntional Psychoanalytical Association, divenuto famoso per il Panel “Hysteria today”, nel quale la comunità psicoanalitica fece il punto sui cambiamenti e sulla presunta sparizione dell’isteria1.Solo un anno dopo, Masud Khan scrisse un saggio intitolato Isteria e risentimento, per confermare che l’isteria non solo non era…

ANTONIE FRATINI Un disagio psicosociale

Isterico, fobico, paranoico … sembra che oggi la moda degli insulti parli il linguaggio della psicopatologia. Questi termini sono spesso impiegati senza troppe licenze poetiche da persone, giornalisti e autori che ne ignorano il preciso significato o se lo dimenticano facilmente per colpire avversari politici o più semplicemente per offendere persone a loro antipatiche. Questo…

FABIOLA FORTUNA Forme di isteria: da ieri a oggi

«La natura stessa della struttura sintomatica dell’isteria è camaleontica nell’aspetto, ubiqua, cangiante nelle sue manifestazioni» (Bleichmar, 1994)   Prologo Se vi capita di sfogliare il DSM-V vi accorgerete che il termine di isteria, cosi familiare a coloro che si occupano della psiche, è scomparso. Se il buon vecchio Freud, dunque, tornando fra noi volesse fare…

FRANCESCA ANDRONICO L’immaginario femminile: una prospettiva transculturale

Introduzione L’imago femminile, come ben rappresenta Jung (1977) nel suo testo Gli archetipi e l’inconscio collettivo, viene tradizionalmente associata alla Dea Madre, dunque alla terra idea di fecondità ed alla Luna che regola le maree ed il ciclo mestruale. Questa è una rappresentazione archetipica condivisa nella mitologia di molte culture, tuttavia, le varianti culturali sono…

ROSA MARIA DRAGONE Gli studi di Janet sull’isteria

Questo lavoro, che è un tentativo di sintesi teorica degli studi di Janet sull’isteria, ha lo scopo di sottolineare il grande valore di questo autore e di stimolare l’approfondimento della sua opera.   Il contesto teorico. Prima di parlare dell’opera di Janet, è necessario, però, fare una precisazione sul concetto di nevrosi dal momento che…

VINCENZO CASCINO I nuovi linguaggi della personalità digilitica. Il selfnet isterico nei social network

Introduzione Il virtuale, in una prospettiva psicologica, investe tanto l’area dell’identità, qui denominata “digilitica”1, quanto quella del corpo e della relazione. Queste aree non separabili in modo netto subiscono nella rete un processo di dilatazione, che è anche dilatazione dei confini spazio-temporali a cui la mente è sottoposta nel cyberspazio. Il corpo scompare ma l’identità…